Dibattito pubblico – Le forze del dissenso si incontrano a Salerno

Di Carmine De Nardo

Venerdì, 29 luglio 2022, alle ore 18.30 a Salerno, si è svolto in Piazza Caduti di Brescia (Pastena), organizzato dal Coordinamento per i valori costituzionali campano, si è svolto il dibattito pubblico dal titolo: Non più draghi…. E ora? I rappresentanti delle forze del dissenso si sono confrontati sui programmi politici e sui motivi della mancata formazione di un fronte comune per partecipare alle elezioni politiche in modo unitario. Tutti hanno espresso il desiderio di costituire un fronte unitario per la difesa dei valori della Costituzione. Ma i rappresentanti dei partiti più emergenti come Italexit, 3V e Italia sovrana e popolare, hanno affermato che, nonostante ci siano tante convergenze sui programmi dei vari gruppi, è mancata una reale volontà di aggregazione durante il periodo della pandemia e che, purtroppo, il tempo, prima delle elezioni, è così ridotto da non consentire la realizzazione di un partito unico. Angelo Morriello di Ancora Italia, per questo motivo, ha confermato che, pur non essendoci contrapposizioni sui programmi dei partiti del dissenso, non è possibile costituire ulteriori fusioni tardive con gruppi politici che non hanno mostrato in precedenza attitudine al confronto. A questo punto non poteva mancare l’appello appassionato e del responsabile del “Coordinamento Insieme per la Costituzione” di Salerno, Loredana Inghilleri e quello di Olga Milanese responsabile dell’ associazione “Umanità e Ragione” che hanno chiesto il rispetto del volere di un popolo che si è molto sacrificato durante la pandemia partecipando al congresso nazionale per unire i partiti antisistema, organizzato da Erich Grimaldi (UCDL) il 30 luglio a Roma.
Successivamente al confronto politico, si è tenuto il Caucus provinciale del Comitato di Liberazione Nazionale in cui sono stati eletti Antonio Ferraiuolo coordinatore e Rosalia Formicola vice coordinatrice .

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *